Visto turistico per gli USA: quando serve e come richiederlo

Visto turistico per gli USA: quando serve e come richiederlo

Quando si progetta un viaggio negli Stati Uniti, prima ancora di quello che si andrà a visitare, ci si deve informare su quali sono i documenti necessari per il viaggio.

Le politiche statunitensi in materia di immigrazione, infatti, sono molto stringenti, e prevedono un accurato scrutinio di tutti coloro che voglio recarvisi, sia per turismo, che per studiare o lavorare. Potreste quindi aver bisogno di un visto per poter visitare gli Stati Uniti.

Sono uno un cittadino italiano, ho bisogno di un visto?

In realtà no. Se intendete recarvi negli USA, per affari o per piacere, per un periodo massimo di 90 giorni, e siete cittadini di un Paese, come l’Italia, che aderisce al Visa Waiver Program (Programma Viaggio Senza Visto), non avrete bisogno di richiedere un visto, bensì l’ESTA (Electronic System for Travel Authorization – Autorizzazione Elettronica di Viaggio), che ha una procedura più spedita e meno complessa di quella per la richiesta del visto.

Se, invece, volete rimanere negli Stati Uniti per un periodo superiore ai 90 giorni, oppure per motivi di studio, allora dovrete richiedere un Nonimmigrant Visa, cioè un visto per le persone che non intendono trasferirsi in America in pianta stabile.

Cos’è il visto turistico?

Il visto turistico USA appartiene alla categoria dei Visitor Visa (nonimmigrant Visa) e deve essere richiesto dalle persone che vivono in Paesi che non hanno aderito al Visa Waiver Program, oppure da coloro che si vogliono fermare per un tempo maggiore da quello consentito dall’ESTA.

Tipi di Visitor Visa

Il Visitor Visa, che può essere richiesto solamente da chi viaggia per affari o per divertimento, si divide in due categorie:

  • B1, visto per affari. E’ il visto da richiedere se ci si deve recare negli Stati Uniti per incontrare i propri soci in affari, per discutere di lavoro con un cliente, per partecipare ad una conferenza, per chiudere un contratto;
  • B2, visto per turismo. E’ il visto che deve richiedere chi vuole raggiungere gli Stati Uniti per una vacanza, per visitare dei parenti, per curarsi, per partecipare a degli eventi sociali, partecipare a gare o contest amatoriali, partecipare a dei brevi corsi di studio (che non diano diritto a ricevere un titolo).

Se vi viene assegnato un multiple entry visa, esso sarà valido per 10 anni (o finché non scade il vostro passaporto) e vi consentirà di andare e venire dagli Stati Uniti per un massimo di sei mesi per viaggio.

Chi rilascia il visto per gli Stati Uniti?

Solitamente, la richiesta per il visto viene esaminata e accolta (o respinta) dai Funzionari Consolari presenti nei Consolati e nelle Ambasciate statunitensi.

Richiedere il visto per gli Stati Uniti online

E’ possibile presentare la domanda per il visto turistico (Visitor Visa) direttamente online, accedendo alla pagina dedicata del sito dell’US Department of State.

La prima cosa da fare è andare nella sezione dedicata alla richiesta dei visti dell’US Department of State e cliccare sul pulsante “Start an application“. Da qui si verrà reindirizzati al modulo web DS – 160, che è il modulo da compilare per richiedere il visto.

Affinché la richiesta del visto vada a buon fine, occorre compilare attentamente il modulo DS-160 in ogni sua parte, rispondendo alle domande in lingua inglese (è consentito inserire nella propria lingua madre solo il nome e cognome, i nomi delle città e delle vie, mentre sono vietati alcuni caratteri speciali); se si risponde alle domande in italiano, il modulo verrà invalidato.

1 – Compilare il modulo DS–160

Il modulo DS–160 è composto da 8 sezioni, che vanno tutte compilate. Se la domanda non si applica alla vostra situazione, sarà sufficiente scrivere “Does Not Apply” nell’apposito spazio. Ricordate che vi verrà anche richiesto di caricare una vostra fototessera e di indicare il Consolato a cui inoltrare la domanda.
Prima di iniziare, ricordate di annotarvi l’Application ID che compare nella parte superiore destra del documento.

Vediamo le sezioni del modulo più nel dettaglio.

Personal, Address, Phone, and Passport Information

In questa sezione vanno indicati, nome e cognome, data di nascita, indirizzo di residenza, numero di telefono fisso e mobile, e–mail, numero del passaporto, città e Paese in cui è stato rilasciato, data di rilascio e data di scadenza;

Travel Information

In questa sezione vanno inserite tutte le informazioni sul viaggio, quindi, data di arrivo, tempo di permanenza, indirizzo di residenza in USA, se qualcun altro paga per il viaggio, se si è da soli o accompagnati da qualcuno, se ci sé recati in passato negli Stati Uniti, se si ha richiesto un Visitor Visa in precedenza e se in passato vi è stato rifiutato un visto;

U.S. Contact Information

Qui va indicato il proprio contatto negli Stati Uniti, il suo indirizzo, il grado di parentela e l’e-mail;
Family Information. In questa sezione si deve indicare il nome dei genitori e del coniuge e se si hanno parenti prossimi che vivono negli Stati Uniti;

Work, Education, Training Information

Qui va indicato il nome del datore di lavoro o della scuola che si frequenta, l’indirizzo e l’ammontare mensile del proprio salario;

Security and Background Information

Questa sezione contiene le domande riguardanti lo stato di salute, se si ha mai fatto uso di droghe, se si sono mai commesse attività criminali;

Location Information

Si deve indicare il Paese in cui ci si trova al momento;

Preparer of Application

Si deve indicare se si è stati aiutati da qualcuno nella compilazione del modulo.

2 – Inviare il modulo

Quando si ha finito di completare il modulo, il sistema dà la possibilità di rileggere le proprie risposte (passaggio da eseguire con molta attenzione, perché le risposte errate possono compromettere l’approvazione del visto); dopodiché, cliccando il pulsante “Sign Application”, si avrà la possibilità di apporre una firma digitale sul modulo.

Una volta completati tutti questi passaggi, si potrà completare la compilazione del modulo e salvarlo, insieme con la ricevuta elettronica di avvenuta compilazione.

Per inviare la richiesta del visto, si dovrà accedere all’apposita sezione del sito web dedicato all’inoltro delle domande per i visti non immigrati e creare un account seguendo le istruzioni fornite dal sito.

3 – Contattare il Consolato

Le persone di età compresa tra i 14 e i 79 anni, alla prima richiesta di visto devono recarsi in uno dei Consolati presenti in Italia per un colloquio, finalizzato all’approvazione del visto.

4 – Pagare la tassa per il visto turistico

Prima di recarvi all’Ambasciata, o al Consolato, per sostenere il colloquio dovrete pagare la tassa per il visto turistico.

Tempi di approvazione

In genere, il tempo di approvazione del visto si aggira attorno ai tre mesi. Non prenotate voli o alberghi prima di aver ottenuto il vostro Visitor Visa.

Quali documenti servono per ottenere il visto?

La richiesta per il visto deve essere corredata da tutta la documentazione necessaria, che si dovrà portare con sé in caso sia richiesto il colloquio oppure andrà inviata se non si viene convocati per il colloquio.

Ci sono alcuni documenti che vanno sempre presentati, indipendentemente dal tipo di visto, mentre altri potrebbero essere richiesti in base al tipo di visto che si desidera ottenere (per informazioni più complete sui documenti da portare per i vari tipi di visto, potete informarvi qui).

Vediamo quali sono i principali documenti da consegnare affinché la pratica di richiesta del visto vada a buon fine:

  • Passaporto, in corso di validità, che risulti valido per almeno 6 mesi dalla data di rientro dal viaggio;
  • se avete già un visto, il passaporto che contiene il visto più recente;
  • pagina di conferma della compilazione del modulo DS – 160;
  • pagina di conferma ed istruzioni stampata dal sito dove avete inviato la richiesta;
  • fototessera a colori 5×5 scattata negli ultimi 6 mesi (non tenete addosso occhiali o lenti a contatto colorate quando scattate la foto);
  • i familiari che vi accompagnano devono presentare un certificato di matrimonio (per il coniuge) o di nascita (figli).

Quanto costa e come pagare la tassa per il visto turistico

I visti di categoria B (affari, turismo e cure mediche), F (studente per studi accademici) e J (visitatore per programmi di scambio culturale) costano tutti $160.

Come pagare?

Per completare la richiesta per il visto e recarsi al consolato per il colloquio, si deve pagare la tariffa corrispondente alla categoria di visto che si vuole ottenere.

Le modalità di pagamento sono:

  • Bonifico Bancario Elettronico. Accedere al sito ais.usvisa-info.com, e, se non lo si è già fatto, registrarsi, quindi seguire le istruzioni fino ad arrivare alla pagina di Pagamento e selezionare l’opzione Bonifico Bancario Elettronico, dove riceverete le istruzioni per il pagamento da scaricare e stampare (il sistema impiega circa 3 giorni lavorativi per elaborare il pagamento);
  • Carta di credito online. Anche in questo caso, dopo aver completato la registrazione al sito, si dovrà seguire le istruzioni fino a raggiungere la pagina di Pagamento, selezionare l’opzione Carta di Debito ed inserire i dati necessari per il pagamento;
  • Carta di Debito, telefonicamente. Conservare il numero identificativo univoco di account utente che vi viene inviato con l’ e–mail di registrazione, telefonare al numero del call center (+39)069480377, selezionare il servizio NIV, poi “pagare la tassa MRV, inserire le informazioni richieste.
    Le tasse MRV per la richiesta di visto sono valide per una sola richiesta e non sono rimborsabili (anche se il visto non viene rilasciato), né trasferibili, ed hanno validità di 1 anno.
    Le tasse pagate per richiedere il visto in un determinato Paese non possono essere utilizzate per richiedere il visto da un altro Stato (se, ad esempio, pagate la tassa in Italia e prendete appuntamento con il Consolato americano in Francia, dovrete pagarla nuovamente).

Come rinnovare il visto USA?

Per rinnovare il visto non immigranti occorre ripetere la procedura di richiesta, segnalando che già in passato si è ottenuto un visto e fornendo il’ID del modulo DS–160 precedentemente compilato, e pagare nuovamente la tassa prevista.

Per il rinnovo del visto, potrebbe non essere più necessario sottoporsi al colloquio con il Funzionario Consolare.

Se volessi prolungare il mio visto?

Se vi trovate ancora negli Stati Uniti e volete prolungare la vostra permanenza rispetto alle date segnate sul visto, dovrete presentare una domanda all’Ufficio di Cittadinanza e Servizi di Immigrazione USA (USCIS), prima della data di scadenza del visto.

Visto turistico per i cittadini di altri Paesi residenti in Italia

I cittadini di Paesi come la Romania, la Repubblica Dominicana, l’Ucraina, il Perù e la Russia, per poter viaggiare in America per turismo devono richiedere un visto di tipo B2.

Come presentare la richiesta di visto

La procedura che devono adottare coloro che non rientrano nel Visa Waiver Program è la stessa per tutti: ci si deve collegare alla pagina dedicata del sito dell’US Department of State e compilare il modulo DS–160.

Una volta completato il modulo e stampata ricevuta di conferma della compilazione, si deve andare sulla pagina dedicata all’inoltro della domanda, e, contestualmente, prenotare l’appuntamento per il colloquio.

Quelle di Repubblica Dominicana, Ucraina, Perù e Russia si trovano ai relativi indirizzi.

Posso richiedere il visto dall’Italia?

Il visto turistico per gli Stati Uniti, per i cittadini stranieri residenti in Italia, può essere richiesto da qualsiasi Consolato o Ambasciata, anche se, generalmente, il consiglio che viene dato è quello di far passare la domanda attraverso Ambasciate o Consolati del proprio Paese d’origine, perché vengono accolte con più facilità.

Quali documenti mi servono?

I documenti necessari per richiedere il visto sono quelli che abbiamo elencato nel paragrafo “quali documenti servono?”; se la richiesta viene presentata in un Consolato o Ambasciata italiano, allora si deve allegare anche il permesso di soggiorno e, se richiesta, una lettera di referenze scritta dal proprio datore di lavoro.

Visto per motivi di studio

Tutti coloro che vogliono recarsi negli Stati Uniti per seguire un corso di studi finalizzato all’ottenimento di un diploma, di una laurea, o di un tipo di attestazione simile, non possono richiedere un Visitor Visa di categoria B, ma devono richiedere uno Student Visa.

Esistono due tipi di Student Visa:

  • F1, è il visto che devono richiedere coloro che vogliono studiare presso un’Università o un College, un istituto di istruzione superiore, una scuola elementare privata, seminario o conservatorio, altre istituzioni di carattere accademico, comprese quelle che offrono corsi di lingue;
  • M1 è il visto che devono richiedere coloro che vogliono frequentare un istituto di formazione professionale.
  • L’iter per la richiesta dello Student Visa è lo stesso del Visitor Visa (compilazione del modulo DS – 160 e colloquio). Anche la lista dei documenti da presentare è la stessa, con l’aggiunta del modulo I–20, che deve essere compilato dalla propria scuola di provenienza (la scuola provvederà ad iscrivere lo studente al Student and Exchange Visitor System – SEVIS – e a consegnargli il modulo I -20, da allegare alla sua domanda per il visto).

    Indirizzi ambasciata e consolati americani in Italia

    Consolati e ambasciate USA in Italia
    Ambasciata di Roma
    US Embassy
    via Vittorio Veneto 121 00187 Roma
    Tel: (+39)06-46741

    Consolato di Firenze
    US Consulate General
    Lungarno Vespucci, 38
    50123 Firenze
    Tel: (+39) 055.266.951

    Consolato di Milano
    US Consulate General
    Via Principe Amedeo 2/10 20121 Milano
    Tel: (+39)02.290351

    Consolato di Napoli
    US Consulate General
    Piazza della Repubblica
    80122 Napoli
    Tel: (+39)081.583.8111

      

    Quanto hai trovato utile questo articolo?

    1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (2 voti, media: 5,00 su 5)
    Loading...
           

    Altre letture interessanti

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.